Voi siete qui
Sui luoghi del Cammino 

Norcia

E’ una graziosissima cittadina adagiata nella piana di Santa Scolastica, ai piedi dei monti Sibillini, che in ogni stagione sono in grado di attirare amanti della montagna per la bellezza, incontaminata e selvaggia, di quei luoghi. Castelluccio di Norcia, adagiata sul pian Grande (un vasto altopiano a 1.500 metri di altezza), è un luogo d’altri tempi in cui la Natura la fa da sovrana. Durante il mese di Giugno, l’intero Piano si riveste di fiori variopinti che attirano amanti della Natura da ogni parte d’Italia ed anche dall’estero. La fioritura…

Leggi tutto
Sui luoghi del Cammino 

Cascia

Dici Cascia…e subito pensi a Santa Rita! E’ un legame forte e inscindibile quello che unisce Rita, la “santa degli impossibili” con la sua terra. Non potremmo immaginare Rita fuori dal contesto di una Cascia sul finire del XIV secolo. Una terra di passaggio, dilaniata dal conflitto tra Guelfi e Ghibellini, e da profonde rivalità familiari. Rita va contro corrente: nell’epoca degli odi, Rita è capace di perdonare. Ed è capace di sopportare con coraggio un marito dal carattere difficile che le verrà barbaramente ucciso; sa tenere testa ai propositi…

Leggi tutto
Sui luoghi del Cammino 

Monteleone di Spoleto

Questo è quello che mi viene da pensare ogni volta che mi ritrovo nei pressi di quel delizioso borgo che è Monteleone di Spoleto. Una natura troppo bella per essere vera: pascoli di un verde che stordisce, ritmi ancestrali, gente genuina. Tutto qui, è all’insegna della genuità. A partire dai cibi casarecci, per arrivare alla gente, di cordialità e semplicità tali che ti fanno sentire proprio bene. Insomma, un luogo dove ti fermeresti volentieri! Il borgo, dall’impianto medievale, sorge sopra un poggio a quasi 1.000 metri di altezza, in posizione…

Leggi tutto
Sui luoghi del Cammino 

Leonessa

Eravamo rimasti a Monteleone di Spoleto. Proseguendo lungo la terza tappa, percorriamo un magnifico altopiano, coltivato a farro e a patate, e con animali al pascolo, per giungere a Leonessa, un vero gioiello di cittadina, con caratteristiche davvero uniche. Situata intorno ai mille metri di altezza, Leonessa fu fondata nel 1278 da Carlo d’Angiò per rafforzare il confine settentrionale del suo Regno di Napoli. Nel XVI secolo, Carlo V la concesse in feudo a sua figlia Margherita d’Austria: è in questo periodo che Leonessa conosce un enorme sviluppo culturale ed…

Leggi tutto
Sui luoghi del Cammino 

Poggio Bustone

POGGIO BUSTONE…e subito ti viene in mente Lucio Battisti! Giusto: il grande Lucio era nativo proprio di qui…terra bellissima dai grandi contrasti: dietro, gli estesissimi boschi dei Monti Reatini, con le loro grandiose faggete; davanti, la Valle Santa al cui centro si trovano due bei laghi; più oltre, i monti Sabini. Terra di gente semplice e ospitale; terra intensamente francescana. Ah, quanto Francesco d’Assisi percorse in lungo e in largo la Valle Santa! Nello spazio di pochi chilometri, sono ben quattro i santuari francescani della Valle Santa: due (Poggio Bustone…

Leggi tutto
Sui luoghi del Cammino 

Rieti e la Valle Santa

Eravamo arrivati a Poggio Bustone. Il Cammino prosegue, attraverso la Valle Santa, fino a Rieti. Questa tappa del Cammino di San Benedetto coincide, pur con percorrenza in senso inverso, con l’ultima tappa del Cammino Di qui passò Francesco. Scendendo da Poggio Bustone, il primo paese che si incontra nella Valle Santa, è Cantalice. Uno spettacolare mucchio di case antiche addossate al fianco della montagna. Un paese tutto in verticale, contornato da boschi e con un panorama mozzafiato sull’intera Valle Santa. Cantalice ha dato i natali a San Felice (che, non…

Leggi tutto
Sui luoghi del Cammino 

Rocca Sinibalda e Castel di Tora

Nell’ormai consueta carrellata sui luoghi del Cammino, nell’ultimo post eravamo arrivati a Rieti. E da qui ripartiamo con due facili tappe che ci portano a risalire la Valle del Turano, fino al lago del Turano: un magnifico specchio d’acqua creato negli anni ’30 del secolo scorso sbarrando il corso del fiume con una diga. Altimetricamente quasi piatta (eccetto una ripida salita finale), la tappa 6 risale la valle del fiume Turano fino al graziosissimo borgo di Rocca Sinibalda. Grazioso e tranquillo, e in posizione molto panoramica a dominio della valle….

Leggi tutto
Orvinio Sui luoghi del Cammino 

Pozzaglia, Orvinio, Mandela e Vicovaro

Procedendo secondo l’ordine delle tappe, siamo arrivati alle tappe 8 e 9, che attraversano una splendida area montana, corrispondente ai monti Sabini e alla loro propaggine più meridionale, i Monti Lucretili. Minuscoli centri dove il tempo sembra essersi fermato; luoghi dall’atmosfera magica, dove si percepisce ancora un’ospitalità “vera”. Pozzaglia Sabina, il primo di questi piccoli centri che s’incontrano salendo dal lago del Turano, è un piccolo paese di montagna a 860 metri di altezza. Un luogo di assoluta pace salito alla ribalta delle cronache quando papa Giovanni paolo II ha…

Leggi tutto
Sui luoghi del Cammino 

Subiaco

Nel corso del nostro Cammino “virtuale” sul blog, la 10°tappa ci conduce alla nostra prima grande meta: Subiaco. Non prima tuttavia di avere percorso la bella Valle del torrente Giovenzano, costituita da tanti piccoli centri, di cui il più significativo è senz’altro Gerano, con molti spunti di interesse (come il curioso museo delle scatole di latta), ma soprattutto noto per la sua infiorata, la più antica d’Italia; e per la fiera di sant’Anatolia, che richiama zingari da tutt’Europa. Subiaco, luogo benedettino di primaria importanza. Non mi dilungherò sull’importanza fondamentale di…

Leggi tutto
Sui luoghi del Cammino 

Trevi nel Lazio

Scendendo da Santa Scolastica, s’imbocca una valle con caratteristiche assolutamente uniche: non a caso è chiamata “Valle Santa”. Qui il fiume Aniene, scendendo dai “magici” Monti Simbruini, s’insinua in una verde e freschissima valle, una sorta di gola, stretta com’è tra due alte pareti rocciose, contornate da una vegetazione esuberante. In questo tratto il fiume è bellissimo, e in parecchi punti è possibile scendere al fiume per rinfrescarsi: in ogni senso! Pare che la temperatura dell’Aniene, scendendo dai Monti Simbruini, sia a una temperatura più o meno costante intorno ai…

Leggi tutto